Effetti Tangenziali
fotografie di Giorgio Bombieri

Le immagini che ho realizzato sulla tangenziale di Mestre cercano di rappresentare lo spazio circostante (verrebbe da dire tangente), tenendo un punto di vista umano; vi sono raffigurate persone, case, edifici, posti, attraversamenti, paesaggi...ripresi ad altezza d'uomo/donna (con qualche eccezione, necessaria e funzionale alla rappresentazione estetica e/o contenutistica). Quasi mai la tangenziale è raffigurata in sè e per sè, ma sempre, in questo lavoro, come termine/parte di una relazione: tangenziale-persona, tangenziale-abitato, tangenziale-paesaggio. Scopo di queste immagini è anche quello di censire le aree di possibili interventi di ri-ambientalizzazione, che verranno progettati nei laboratori organizzati dall' Ombrello. La prima reazione dei rappresentanti dei Comitati guardando le fotografie è stata: "ma qui manca un' immagine dell'intasamento dei camion in tangenziale", e ancora "queste immagini sono troppo belle..." (intendendo con quel belle non tanto la bellezza estetico-compositiva-espressiva credo, bensì la loro troppa nitidezza, definizione, forse depistati dalle inaspettate giornate solari in pieno inverno in cui mi sono trovato a realizzare le immagini). Ho cercato di spiegare che l'immagine tangenziale intasata da camion è già fin troppo presente nell'immaginario non solo di chi abita nei dintorni di Mestre, ma anche di un qualsiasi ascoltatore di radio Onda Verde di Caltanissetta...avete presente la frequenza della locuzione radiofonica "forti rallentamenti sulla tangenziale di Mestre in entrambe le direzioni a causa del traffico intenso" con cui i bollettini del traffico ti terrorizzano...e che quel "belle" (in qualsiasi accezione loro lo intendessero) serve forse a vedere meglio, a vedere attraverso le immagini...del resto, chi vorrebbe vedere delle brutte immagini. Al di là della bellezza o bruttezza delle immagni sulla tangenziale di Mestre, allora, cosa resta: resta l'attività dei Comitati, il loro attivismo, la loro capacità e volontà di mobilitazione, che vedo come una forma molto interessante di partecipazione civile e politica alla vita della città (presentazione a cura di Giorgio Bombieri)

immagini


FOTOlogie
Genius Loci