Autore: LUIGI SPINA

L’immagine fotografica è sempre più che un’immagine: ed è luogo di uno scarto, di uno squarcio tra il sensibile e l’intellegibile, fra la copia e la realtà, fra il ricordo e la speranza (GIORGIO AGAMBEN)

Editore: ELECTA. ELECTAPHOTO
Titolo: L’ORA INCERTA

Un racconto sullo scorrere del tempo tra le rovine della città eterna, dall’alba al tramonto. Oltre il visibile, tra le atmosfere dell’osservato. … Una nuova collana dedicata alla fotografia di altro profilo è arrivata sul mercato editoriale dal gennaio scorso per iniziativa di Electa/Mondadori, che comprende anche originali percorsi di ricerca tematica come quello che Luigi Spina ha realizzato nel cuore della Roma antica, tra Foro Romano e Palatino. Una monografia interessante che presenta immagini cariche di storia e di storie, che l’autore ha saputo costruire riuscendo a coniugare le diverse atmosfere degli spazi e dei luoghi indagati nell’intimo e secondo un progetto preciso. Fotografie che restituisco “alle vestigia dell'archeologia romana l'aura della visione degli antichi viaggiatori, degli artisti di ogni tempo”. Questo volume è il secondo della nuova collana – Electaphoto - avviata con la pubblicazione dedicata all’opera fotografica di Mario Dondero, maestro della fotografia italiana. Per Luigi Spina, invece, un importante riconoscimento per l’attività svolta nel campo dell’indagine, interpretazione e descrizione a cui da anni ormai si dedica alla “ricerca” fotografica speciale che riguarda l’arte per lo più di taglio classico della Storia di un mondo che il fotografo di Santa Maria Capua Vetere (1966) fa rivivere dopo averla indagata al filtro esigente e rigoroso della propria sensibilità. E “L’Ora incerta” ne è un risultato tangibile e straordinario.

Scritti introduttivi: MARIAROSARIA BARBERA (Soprintendente Beni Archeologici Roma) - FERDINANDO CASTAGNOLI (Il libro più grande) - GIOVANNI FIORENTINO (L’Ora incerta di Roma. O della fotografia)

Fotografie: 140 (centoquaranta) immagini a colori e in tricromia

Dopo la decennale e silenziosa immersione sensitiva tra i marmi della collezione Farnese che ha sortito bianchi e neri di una qualità tattile (Electa 2009-2010), dopo la straordinaria campagna a colori all'interno del Museo Palatino in occasione del Bimillenario Augusteo (Electa 2014), dopo il dialogo con l'antico a Villa Adriana, Luigi Spina torna a fotografare il paesaggio archeologico italiano, recita, tra l’altro
la scheda di presentazione del volume. Con l'ingombrante eredità dei tanti che l'hanno preceduto, stavolta si misura con "il libro più grande della storia umana" che sfoglia inquadrando le preziose e intrecciate stratificazioni monumentali dell'epicentro dell'arte romana, al fuggevole mutare delle condizioni atmosferiche e delle ore del giorno: gli archi trionfali, le colonne dei templi diventati icone della romanità, i magniloquenti ruderi delle residenze imperiali cui egli sa donare spessore, profondità, colore.
È anche questa l'originalità poetica del suo progetto, la percezione di un'antichità disabitata che in una prospettiva di luce e tempo riesce ancora a far cogliere la dinamica contemporaneità del classico. Spina, prosegue la nota, ha fatto del b/n il fondamento del suo processo creativo. Filo conduttore è la ricerca di una bellezza mitica e rigeneratrice, se paragonata con la caducità della vita umana. L’autore si confronta così con la memoria degli uomini, con le tracce lasciate in eredità. Gli anfiteatri e il senso civico del sacro, i legami tra Arte e Fede, la ricerca di antiche identità culturali, il confronto corporale con la scultura classica, l’ossessiva ricerca del mare, la necessità di definire un’idea di paesaggio percepito attraverso il ritmo delle ore, le cassette dell’archeologo sognatore, vere scatole del tempo, tessiture di storie: questi sono i temi della sua ricerca, oggetto di numerose mostre e pubblicazioni.

Anno di pubblicazione: 2015 (Febbraio)
Pagine 176 (cento settantasei) totali. Copertina: il Foro Romano dopo un tempo di pioggia, h 7,30 pm
Formato: cm 22 x cm 28,50
Prezzo: 35 Euro (trentacinque)
ISBN: 978-88-918-0328-3