Questo lavoro è un breve racconto in immagini sulla convivenza italo-cinese nel quartiere esplorato. E’ un primo approccio, che si sviluppa in strada, con una realtà da conoscere, e che mantiene nell’insieme un senso di esteriorità, non di rado di distanza, rispetto al proprio oggetto, col quale l’interazione è per il momento abbastanza breve. Spero quindi di poter dare continuità a questo lavoro, nel tentativo di approfondire un’esperienza. Osservando il paesaggio urbano, nell’insieme e nei suoi particolari, ritroviamo elementi appartenenti alle due culture, talvolta in compresenza e integrazione, talvolta indipendenti tra loro.  Dall’inanimato l’occhio si sposta sulle anime che si muovono attorno, e si ferma su quadri che ci mostrano la condivisione degli spazi pubblici; e raccoglie gli sguardi e le espressioni di cittadini immigrati rivolti a me italiana. Infine mette in relazione i contesti, gli sfondi, con i personaggi ripresi, cogliendo, tra questi due piani, corrispondenze  e rotture..

Nata nel ‘79, Sara Severini vive tra Pistoia e Firenze dove lavora come logopedista. Dal 2004 frequenta numerosi corsi presso Associazione Deaphoto. E’ stata selezionata al concorso nazionale prima biennale dei giovani fotografi organizzata da Centro Italiano della Fotografia d’Autore, Fiaf, Club Fotografico Avis Bibbiena, Comune di Bibbiena, 2008; vincitrice del terzo premio al concorso nazionale ‘Viaggi d’Estate 2008’ organizzato da Portalegiovani del Comune di Firenze. Ha fatto la prima personale nel 2008: ‘Pistoia-Chinatown:20 km’ presso Circolo Arci Ho Chi Minh, Pistoia. Sempre nel 2008 ha partecipato con il progetto ‘Spend the night’ alla collettiva Fotoconfronti 2008 prima biennale dei giovani fotografi. Attualmente collabora alle attività didattiche, progettuali ed espositive dell’Associazione Culturale Deaphoto.La sua ricerca personale è incentrata su reportage del quotidiano, fotografia diaristica-intimistica.

FOTOlogie
Giovane Fotografia Italiana