Per l’esposizione, a cura di Costantino D’Orazio, l’artista ha progettato un itinerario di oltre settanta capolavori, raccolti in 10 installazioni, dai famosi Dormienti ai Testimoni, già esposti presso il MART di Rovereto, ai quali si aggiungeranno opere realizzate per l’occasione. Dei Dormienti, evocazione dei calchi degli abitanti di Pompei, viene esposta una nuova versione in vetroresina, proprio sul pelo d’acqua della vasca centrale nel cuore del parco, mentre al centro del Labirinto è presentato un Dormiente inedito in terracotta e smalti, a conclusione del percorso enigmatico tra le siepi di bosso. Superando l’Elmo all’interno dell’Esedra, ideale centro prospettico del giardino, si passa alla Riserva degli agrumi, dove l’artista espone alcune tra le tele più significative realizzate negli ultimi anni (courtesy Galleria Stein, Milano). Si tratta di dipinti “monumentali” in cui è possibile apprezzare e comprendere la grande libertà creativa del maestro, capace di creare mondi e contesti di grande suggestione. Lungo il percorso a ritroso che conduce all’interno delle sale della villa, la Coffee House custodisce la misteriosa scultura del San Gennaro, avvolta da una fantasmagorica teca in vetro. Il suo luminoso rivestimento d’argento richiama l’ultima opera della mostra, Respiro, che ammira estasiata l’affresco del Tiepolo nel salone da ballo, la “Gloria dei Pisani”.(dalla pressrelease dello Studio Pesci - www.studiopesci.it)

Museo Nazionale di Villa Pisani - Stra (Venezia) fino al 2 novembre 2008 - info: www.villapisani.beniculturali.it
FOTOlogie
Allo Stato dell'Arte