Lungo la statale 309..a pochi chilometri dall'abitato di Marghera sorgono alcune "collinette" e piccoli bacini lacustri residui evidenti di una trascorsa attività di deposito di fanghi in epoche in cui la..tolleranza era piuttosto...elevata. Si tratta in gran parte di fanghi di bauxite che danno quella colorazione rossastra alle acque e si coprono di ossidazioni multicolori quando il caldo fa evaporare l'acqua superficiale. Ottima la tavolozza cromatica, ma la respirazione in loco, dopo poco, diventa faticosa..sintomo certo di esalazioni a dir poco..venefiche. A poca distanza sorge un affollatissimo supermercato..frequentato da migliaia di persone ogni giorno..che sia il caso di garantirne la salute? Uno spiacevole incidente ha infine legato quel luogo alla mia storia di fotografo..quel sangue accidentalmente versato ha creato con i fanghi della Romea un legame unico e speciale. Fanghi, per me, tutt'altro che un "non luogo"!

FOTOlogie


Genius Loci