Molti scrittori, nel secolo appena trascorso, si sono lasciati "affascinare" dalla superficie visibile delle cose andando a costituire un ricco archivio di opere che hanno per argomento, o per spunto, il momento percettivo. Questi autori, cui è stata affibbiata l'etichetta di "visuali", mi hanno permesso di collocare la mia attività di fotografo all'interno di un contesto più ampio, insegnandomi e stimolandomi ad osservare e, in qualche modo, a...raccontare!



Archivio

Raymond Carver
di Morena Tartari