L’Etiopia. Troppo spesso raccontata come uno dei paesi più poveri al mondo. Troppo spesso ricordata per le immagini strazianti che i mezzi di comunicazione ci trasmettono. Ma l’Etiopia non è solo questo, è molto di più. E’ un mondo ricco di colori, di storia, di persone e di paesaggi. E’ uno stato sicuramente in difficoltà, ma che per essere aiutato ha bisogno innanzitutto di essere conosciuto e visto al di là degli stereotipi. In un momento storico in cui l’occidente sta perdendo la sua supremazia sul resto del mondo e per paura si chiude sempre di più su sé stesso, ritengo sia essenziale riaffermare l’importanza del contatto e la ricchezza del diverso. Perché solo grazie alla curiosità e allo scambio reciproci è possibile aprire nuove strade di sopravvivenza e ribadire valori come la solidarietà, l’uguaglianza e la giustizia. Questo non toglie che possa essere un percorso lungo e a volte doloroso, dove tutti dobbiamo rinunciare a qualche cosa, ma le piacevoli sorprese, i colori brillanti e i gesti d’affetto possono supplire degnamente alle rinunce. Con le mie fotografie, fatte in quattro anni di vita in Etiopia, ho cercato di trovare il punto di incontro tra culture diverse facendomi raccontare questa diversità dalle persone incontrate e dagli ambienti che ne hanno inevitabilmente segnato il destino. E ho scoperto che dietro alle loro storie, in fondo ai loro occhi, sotto lo stesso cielo, c’è un’umanità che ci accomuna e un bisogno reciproco dell’altro. (Olga De Biaggio - olga.debiaggio@gmail.com)

FOTOlogie
Giovane Fotografia Italiana